Mindfulness. Applicazioni cliniche in età evolutiva e in età adulta | Masterclass online - III ed.

Masterclass Online
III edizione

Febbraio - Maggio 2023

50 ECM

 

56 ore di formazione online, divise in seminari teorici e pratici

Usufruire delle registrazioni per 12 mesi sulla tua area riservata

Acquisire 50 ECM senza obbligo di partecipare alle dirette

 


 

L'utilizzo della pratica Mindfulness con bambini, adolescenti e adulti, la cura di sè e del proprio corpo, le prospettive orientali e le diverse possibilità di applicazione sono alcuni dei nuovi principali temi in cui la formazione e l'aggiornamento sono essenziali per i professionisti della salute mentale.

L'integrazione della psicologia con le pratiche meditative e di consapevolezza ha aperto nuove opportunità non solo nella pratica clinica e nel trattamento di diverse tipologie di pazienti, ma ha anche dato spazio alla possibilità di autoregolazione del terapeuta, sia a livello emotivo, sia a livello fisico.

In questa Masterclass di 60 ore di formazione esperienziale, i partecipanti avranno la possibilità di apprendere diverse ibridazioni della Mindfulness con la pratica clinica con adulti, bambini e adolescenti.

 

 

PROGRAMMA

Venerdì 3 e sabato 4 Febbraio, h. 9 - 13, con Alberto Chiesa | Gli interventi basati sulla Mindfulness: Dalle origini ai giorni nostri

Venerdì 17 e sabato 18 Febbraio, h. 9 - 13, con Claudio PaviaMindfulness, psicoanalisi e influenze orientali

Venerdì 17 e sabato 18 Marzo, h. 9 - 13, con Andrea PaschettoIntroduzione alla Meditazione Orientata alla Mindfulness (MOM)

Venerdì 31 Marzo e sabato 1 Aprile, h. 9 - 13, con Silvia Villani | Mindfulness e disturbi del comportamento: l’intervento con i bambini

Venerdì 14 e sabato 15 Aprile, h. 17 - 21, con Lynn Waelde | Usare la mindfulness e la meditazione a scopo terapeutico: Il programma Risorse interiori per lo stress

Venerdì 28 Aprile, h. 9 - 13, con Francesca Salerno | Mindfulness e yoga terapia: origini, pratiche e applicazione clinica

Sabato 29 Aprile e venerdì 12 Maggio, h. 9 - 13, con Maria Teresa Giordano | Mindful eating: La consapevolezza applicata al cibo
 
Sabato 13 Maggio, h. 9 - 13, con Gaia De Campora | Mindfulness Emotion Regulation - Approach [MER - A]. Un modello di intervento per le difficoltà alimentari perinatali e per i disturbi della prima infanzia
Programma
Modulo
1
Gli interventi basati sulla mindfulness: dalle origini ai giorni nostri | Alberto Chiesa

Negli ultimi vent’anni il termine “mindfulness” è diventato di uso sempre più comune tanto nella comunità scientifica quanto in quella generale. Tuttavia, questa diffusione e crescita della notorietà della mindfulness non è avvenuta senza un prezzo. Come spesso avviene quando un nuovo concetto si diffonde tra le masse, soprattutto se questa diffusione avviene in un lasso di tempo relativamente breve, il significato originale del costrutto e dell’esperienza che sta dietro un determinato termine tende a venire semplificato, banalizzato, se non addirittura distorto al punto tale da avere ben pochi punti di contatto con ciò che originariamente si intendeva. Scopo di questa presentazione è quello di chiarire i fondamenti del costrutto e dell’esperienza della mindfulness, a partire dal porre attenzione a come il concetto di mindfulness venga oggi utilizzato in modo spesso confusivo, anche tra gli esperti del tema, con almeno tre diversi significati. In alcuni casi ci si riferisce alla mindfulness come a uno specifico stato mentale, in altri casi ci si riferisce ad essa come a un tratto disposizionale dell’individuo che può variare tra diversi individui o anche in uno stesso individuo in diversi momenti della vita, in altri casi ancora ci si riferisce ad essa coma a una pratica. La presentazione verterà anche su come la mindfulness sia stata incorporata con successo in numerosi interventi sia gruppali che individuali, come la Riduzione dello Stress basata sulla Mindfulness e la Terapia Cognitiva basata sulla Mindfulness, e su come tali interventi si siano dimostrati un’ottima terapia complementare per numerosi disturbi psicologici, come i disturbi d’ansia e dell’umore, così come per numerosi disturbi medici, tra cui la fibromialgia e il dolore muscoloscheletrico, nonché un eccellente strumento di gestione dello stress e di promozione della salute mentale in individui senza disturbi medici né psicologici. Nella parte finale della presentazione verranno mostrati alcuni dati derivanti dai moderni studi di neuroscienze su come gli interventi basati sulla mindfulness possano avere un significativo impatto su aree del nostro cervello legate alla promozione di una maggiore regolazione e stabilità emotiva, senza dimenticare il debito che tali interventi hanno verso le tradizioni contemplative millenarie da cui si sono originariamente sviluppati.

-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Alberto Chiesa
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
2
MINDFULNESS, PSICOANALISI E INFLUENZE ORIENTALI | Claudio Pavia

La mindfulness sembra poter rappresentare, già da qualche anno, un originale campo di ricerca nella teoria e nella clinica della psicoterapia contemporanea, trovando vieppiù un suo specifico posto in tutta una serie di applicazioni tecniche appartenenti a vaie scuole di pensiero. Ciò che salta agli occhi pur nella differenze di scuola è la caratteristica della trasversalità di alcuni principi ispiratori. E’ dunque possibile rintracciare e mettere a fuoco qualche aspetto in comune, condiviso, una sorta di common ground tra le varie correnti. Una strada possibile per seguire questa direzione, consiste nell’approfondire lo studio sulle radici filosofiche e storiche del pensiero orientale che sta alla base del concetto di Mindfulness selezionandone in partenza alcuni passaggi significativi.

In questo seminario si attraverseranno alcuni aspetti teorico clinici della mindfulness per quanto riguarda la psicoanalisi, iniziando con qualche riflessione su Freud, fino a quella che è conosciuta come la svolta relazionale. Ci si focalizzerà dunque sulla descrizione di ciò che accade nella seduta nel campo creato dall’interazione tra terapeuta e paziente, con una particolare attenzione ai fenomeni del transfert e del controtransfert. Si daranno alcune indicazioni su quali accorgimenti si possono tenere nella psicoterapia a partire dalla psicologia buddista.

-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Claudio Pavia
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
3
Introduzione alla Meditazione Orientata alla Mindfulness (MOM) | Andrea Paschetto

La meditazione mindfulness costituisce il settimo passo dell’Ottuplice Sentiero, un programma psicopedagogico per la liberazione del dolore fisico e psichico messo a punto più di 2500 anni fa da Siddharta Gautama, conosciuto come il Buddha. La mindfulness è stata descritta dal Buddha nel Satipaṭṭhāna Sutta, il “Grande discorso sui fondamenti della presenza mentale”. Questo insegnamento permette di imparare a diventare consapevoli del respiro, del corpo e nella capacita di osservare i contenuti della mente. A partire dal 2010, presso l’Università degli Studi di Udine, sono stati effettuati studi e ricerche che hanno portato alla creazione di uno specifico training di meditazione basato essenzialmente su questo insegnamento. Il protocollo di Meditazione Orientata alla Mindfulness (MOM) integra elementi del buddhismo theravāda, così come i più recenti studi di neuroscienze e di psicologia. È strutturato in otto incontri, ciascuno suddiviso in tre differenti momenti: 1) trattazione di un argomento teorico; 2) pratica formale; 3) discussione e confronto. I temi proposti riguardano le origini della mindfulness, cos’è la meditazione, come stare davanti al dolore, la consapevolezza di sbagliare e l’atteggiamento equanime, essere nel qui ed ora, la disidentificazione, la deautomatizzazione e il lasciar andare.

Recentemente il metodo MOM è stato adattato così da poter essere utilizzato anche con i bambini. Per questo il gruppo di ricerca dell’Università di Udine ha creato uno specifico protocollo (MOM-Junior) che attualmente viene utilizzato da numerosi insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Durante il seminario verranno esplorati gli aspetti teorico-pratici della metodologia MOM e MOM-Junior, illustrati i contenuti didattici presenti nei singoli incontri del training e ci sarà la possibilità di praticare meditazione MOM.

-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Andrea Paschetto
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
4
Mindfulness e disturbi del comportamento: l’intervento con i bambini | Silvia Villani

Durante le due giornate, la prof.ssa Villani tratterà le seguenti tematiche:

  • La mindfulness in età evolutiva 
  • Gli aspetti clinici dei disturbi esternalizzanti 
  • Gli aspetti e benefici della meditazione in età evolutiva e in clinica
  • Esemplificazione di un protocollo clinico di  mindfulness:
  • La struttura del programma e le linee guida 
  • Le pratiche: la meditazione e lo yoga  e le letture 
  • Le funzioni dello Yoga nella clinica
-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Silvia Villani
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
5
Usare la mindfulness e la meditazione a scopo terapeutico: Il programma Risorse interiori per lo stress | Lynn Waelde

Gli interventi basati sulla mindfulness sono sempre più utilizzati per lo stress e il trauma, anche se l'approccio richiede un adattamento per le esigenze specifiche e diverse dei sopravvissuti al trauma. Inner Resources for Stress (IR) è un intervento manuale di gruppo che utilizza la mindfulness, il mantra e la meditazione per promuovere la resilienza e il recupero dai traumi. Queste tecniche collaudate nel tempo sono utilizzate per promuovere le capacità di sviluppo dell'attenzione, delle emozioni, della regolazione cognitiva e del comportamento, che sono deficitarie nelle diverse manifestazioni del trauma, al fine di superare l'evitamento, regolare le reazioni allo stress e incontrare e risolvere il materiale del trauma. Una caratteristica distintiva dell'IR è l'uso di una varietà di tecniche di mindfulness e meditazione (MM) che si adattano ai bisogni e alle capacità dei singoli clienti traumatizzati. Questa flessibilità all'interno della manualizzazione favorisce un approccio transdiagnostico, informato sullo sviluppo e culturalmente reattivo. Questo workshop fornirà una panoramica delle basi teoriche ed empiriche per l'utilizzo del MM per manifestazioni diverse e comorbide del trauma; spiegherà come l'IR si fonda sui trattamenti esistenti per il trauma; affronterà il tema di come la base contestuale dello sviluppo dell'intervento sia favorevole all'implementazione transdiagnostica e a un approccio culturalmente reattivo; fornirà una panoramica dell'intervento in 9 sessioni, con una descrizione dei concetti teorici, degli obiettivi e delle finalità di ciascuna sessione; descriverà e dimostrerà in modo interattivo le tecniche di MM incluse nell'IR, insieme a indicazioni sulla loro corrispondenza alle diverse presentazioni dei clienti.

-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Lynn Waelde
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
6
MINDFULNESS E YOGA TERAPIA: ORIGINI, PRATICHE E APPLICAZIONE CLINICA | Francesca Salerno

Nel panorama della psicologia contemporanea, la Mindfulness viene proposta, con crescente interesse, come un approccio di tipo esperienziale per accrescere la consapevolezza verso la realtà dei processi mentali. Questo approccio nasce negli anni Settanta nelle sue diverse forme di intervento clinico denominate “mindfulness-based”. Tra queste, la più celebre quella di Jon Kabat-Zinn che ha sviluppato il training Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR), ovvero il programma sistematico della durata di 8 settimane basato sull’insegnamento di pratiche meditative di consapevolezza, il cui obiettivo è quello di imparare a gestire e ridurre lo stress. Ad oggi rimane il protocollo maggiormente studiato e verificato dalla comunità scientifica mondiale.

 La mindfulness corrisponde a una modalità di attenzione e di presenza alle attività cognitive-affettive-psicomotorie individuali del momento presente, ed è caratterizzata da ricettività, decentramento, assenza di giudizio. Tale insieme di metodologie si propone come un addestramento mentale, che interviene sulla vulnerabilità cognitiva e sulle modalità di tipo reattivo, fonte di disagio psichico, ipotizzando un ruolo di mediazione sui comportamenti osservati. La mindfulness è una modalità che appartiene alle pratiche dello yoga, intese come pratiche di consapevolezza e non ginniche,  ovvero meglio definito come un “yoga terapia” che si basa sulle pratiche di movimento e rilassamento del corpo, e di respirazione che premettono la regolazione del sistema nervoso autonomo e quindi delle risposte vagali modificando così la risposta adattativa individuale.

L’integrazione tra pratiche di consapevolezza e pratiche di autoregolazione dello yoga terapia, fornirà un quadro sia sui casi clinici che possono beneficiare da queste pratiche che dal contesto psicoterapeutico adatto e lo psicoterapeuta. L’attenzione consapevole e continuata, in una modalità aperta e accettante, punta a favorire una condotta auto-regolata, una flessibilità psicologica di tipo adattivo e un tono emozionale positivo. La possibilità di intervenire direttamente sui processi di somatizzazione con la respirazione e la consapevolizzazione corporea è di importante applicazione psicoterapeutica e soprattutto nei casi di somatizzazione e iper arousal cronicizzato, come nei casi di post trama, oppure pattern di adattamento disfunzionali. Basandosi sul concetto di neuroplasticità e decondizionamento le pratiche di consapevolezza possono essere incluse in una psicoterapia mirata a modificare le relazioni oggettuali e i processi dinamici, ed essere così un completamento alla stessa.

L’intervento esporrà sia il quadro teorico di riferimento che  proporrà le pratiche più comuni e alcuni esercizi di respirazione yoga-terapia.

-
Docente
Francesca Maria Salerno
Durata Modulo
4h 00m
Modulo
7
Mindful eating: la consapevolezza applicata al cibo | Maria Teresa Giordano

Il Mindful Eating ha le sue radici nella Mindfulness. Consiste nel prestare intenzionalmente attenzione a ciò che accade sia internamente (nel nostro corpo, pensieri ed emozioni) sia esternamente (nell’ambiente circostante) mentre mangiamo, senza critiche e giudizi.

Lo scopo di mangiare consapevolmente non è quello di perdere peso (anche se chi adotta questo stile di alimentazione finirà per ingerire la giusta quantità senza eccedere), ma è quella di assaporare il momento e il cibo restando pienamente consapevoli dell’esperienza.

I benefici del Mindful Eating includono ritrovare il senso di fame e sazietà, diventare consapevoli delle emozioni e pensieri durante il pasto, aumento dell’autostima, senso di capacità di gestire il cibo, perdita di peso e mantenimento del peso forma.

Proprio per le sue caratteristiche e i suoi benefici, la pratica non è solo utile e adatta a tutti, ma lo è in particolar modo per chi ha disturbi alimentari, difficoltà nel comportamento alimentare o malattie che richiedono una particolare attenzione al proprio modo di alimentarsi (per esempio diabete, celiachia, malattie autoimmuni, sindrome metabolica…). L’efficacia degli approcci mindfulness-based ai DA e al contesto del comportamento alimentare è stata confermata da numerose ricerche.

 

L’obiettivo principale di queste 2 lezioni è quello di fornire ai partecipanti informazioni teoriche fondamentali per l’applicazione del Mindful Eating in ambito clinico e di prevenzione, ma ancor più fondamentale, un’esperienza pratica e diretta delle tecniche.

-
I SESSIONE
-
II SESSIONE
Docente
Maria Teresa Giordano
Durata Modulo
8h 00m
Modulo
8
MINDFUL EMOTION REGULATION – APPROACH [MER-A]. UN MODELLO DI INTERVENTO PER LE DIFFICOLTÀ ALIMENTARI PERINATALI E PER I DISTURBI DELLA PRIMA INFANZIA | Gaia De Campora

La Mindfulness ha visto negli ultimi decenni un crescente interesse nell’ambito sia dei percorsi di promozione del benessere, sia di interventi brevi tesi a migliorare condizioni problematiche o cliniche. Analogamente, la prospettiva della regolazione emotiva ha fornito un essenziale chiave di lettura, esplicitando l’importanza della dimensione relazionale come elemento alla base dell’insorgenza di diverse problematiche. Queste due aree della letteratura scientifica hanno mostrato diversi punti sia di congiunzione sia di distinzione, richiamando l’attenzione sulla possibilità di costruire un modello unitario, basato sull’integrazione di alcuni princìpi.

In questa direzione, il presente seminario si propone di riassumere i princìpi teorici sottesi alla costruzione del Mindful Emotion Regulation – Approach, sottolineando le evidenze empiriche emerse negli ultimi anni a supporto della sua efficacia.

Questo modello si propone, infatti, come strategia di intervento precoce dedicata alla relazione caregiver-bambino, con l’obiettivo di promuovere la riflessione e la costruzione di un dialogo basato sulla reciprocità all’interno della diade, producendo attivamente un cambiamento dei pattern alimentari disfunzionali attraverso la partecipazione diretta del caregiver.

-
Docente
Gaia De Campora
Durata Modulo
4h 00m
Docenti
Alberto Chiesa
Medico chirurgo
Psichiatra, psicoterapeuta e istruttore di Mindfulness based Stress Reduction e Mindfulness based Cognitive  Therapy.  Ha  collaborato  per  anni  con  il  Dipartimento  di  Scienze  Biomediche  e Neuromotorie dell’Università di Bologna con cui ha condotto numerose ricerche volte ad investigare gli… continua
Claudio Pavia
Psicoanalista
Si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1979 specializzandosi nel 1985 in Psichiatria presso la Scuola di Specializzazione medesima dell’Università di Torino. Ha lavorato come psichiatra per 15 anni presso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura dell’Ospedale di Rivoli e presso il Servizio… continua
Andrea Paschetto
Psicologo/a
Psicologo e docente di psicologia clinica e di psicologia dello sviluppo, svolge attività di ricerca sugli effetti della meditazione presso l’Università degli Studi di Udine. È istruttore di Meditazione Orientata alla Mindfulness (MOM), ed ha partecipato alla pubblicazione su riviste internazionali… continua
Silvia Villani
Psicologo/a
Professore A.C. presso l’Università di Pisa. Psicologa e psicoterapeuta CBT Docente e Supervisore AIAMC Docente in Master universitari e corsi di Perfezionamento per l’insegnamento della Mindfulness e le sue applicazioni. Presso l’IRCCS Fondazione Stella Maris ha sviluppato un modello di… continua
Lynn Waelde
Docente Universitario
Lynn C. Waelde, Ph.D. è professoressa emerita nel Dipartimento di Psicologia alla Palo Alto University; professoressa clinica associata nel Dipartimento di Psichiatria e Scienze Comportamentali alla Stanford University School of Medicine; fondatrice e direttrice dell'Inner Resources Center, un… continua
Francesca Maria Salerno
Psicologo/a
Laurea Triennale in e Tecniche Psicologiche, Specialistica in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni. Iscrizione Albo Psicologi Lazio 2009. Tirocinio e formazione in ambito aziendale in HR. Ha condotto un anno di studi in scuola di psicoterapia psicodinamica e tirocinio in pronto soccorso… continua
Maria Teresa Giordano
Psicologo/a
Sono Maria Teresa Giordano, psicologa e psicoterapeuta cognitivo costruttivista Terapeuta EMDR e DBR, Sessuologa F.I.S.S., facilitatrice di Mindfulness e Trainer di MB-EAT. La mia formazione è molto varia, a causa di una forte passione per la psicologia e una curiosità quasi patologica… Se, per… continua
Gaia De Campora
Psicologo/a
Gaia de Campora è psicologa e docente a contratto presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e della Valle D’Aosta, consulente specializzata in tematiche alimentari perinatali e della prima infanzia, referente in Piemonte per le consulenze in allattamento presso l’Associazione… continua
Iscrivendoti potrai
Partecipare alla diretta con la possibilità di interagire direttamente con i relatori
Vedere o rivedere l'evento in differita quando vorrai: rimarrà sulla tua area riservata per 12 mesi
Scaricare l'attestato di partecipazione

ISCRIZIONI

Early Booking
50 crediti ECM
per tutte le professioni sanitarie
Se ti iscrivi entro il 15 Marzo 2023
436,00 €
Full Ticket
50 crediti ECM
per tutte le professioni sanitarie
Se ti iscrivi dal 16 Marzo 2023 al 18 Aprile 2023
545,00 €
La scadenza per ottenere gli ECM relativi a questo corso è il: 12 Mag 2024
Corso acquistabile entro il: 31 Dic 2023
Inoltre avrai accesso a:
Attestato di partecipazione
Attestato ECM
Tutte le professioni sanitarie
Test a risposta multipla
5 tentativi possibili

ISCRIVENDOTI POTRAI

  • Acquisire 50 ecm per il triennio 2023-2025
  • Partecipare alla diretta con la possibilità di interagire direttamente con i relatori
  • Vedere o rivedere l'evento in differita quando vorrai: rimarrà sulla tua area riservata per 12 mesi
  • Scaricare l'attestato di partecipazione

Ti serve aiuto?

Troverai le registrazioni dei seminari entro pochi giorni nella tua area riservata.
Le registrazioni sono disponibili per 12 mesi.
Gli interventi in lingua straniera saranno disponibili sia in lingua originale, sia con la traduzione montata.

Il test ecm sarà disponibile dalla fine del corso fino alla data di scadenza indicata nella tua area riservata.
Dopo tale data non sarà più possibile ottenere gli ecm.

Bisogna sempre fare riferimento alla data di scadenza del test ECM per calcolare le tempistiche di accreditamento (e NON alla data in cui è stato superato il test). La data di scadenza di un test ECM può essere verificata accedendo alla sua area riservata, sotto la voce "Scadenza acquisizione ECM" di fianco al titolo del corso.
Entro 90 giorni a partire da questa data comunicheremo i dati dei partecipanti al provider, che poi provvederà ad inviarli ad Agenas. I crediti saranno successivamente acquisiti da Cogeaps e varranno per il triennio 2020-2022.

Dunque, consideri queste tempistiche per capire quando potrà vedere i suoi crediti caricati all’interno della sua pagina di Cogeaps.

In ogni caso, se ha scaricato l'attestato di acquisizione ECM del suddetto corso, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

I pagamenti tramite bonifico richiedono innanzitutto l’invio della distinta di avvenuto pagamento alla casella mail assistenza@psicologia.io.

Il corso richiede qualche giorno  lavorativo per essere correttamente caricato all’interno della sua area riservata, il tempo necessario per procedere con la verifica dell’effettiva ricezione del pagamento.

Trova tutte le registrazioni e i materiali che i docenti mettono a disposizione sulla sua area riservata.

Per trovare la sua area riservata, acceda al sito www.psicologia.io. In alto a destra vedrà il suo nome: clicchi su I miei corsi --> Vai al corso accanto al titolo del corso desiderato.
Le registrazioni saranno disponibili per 12 mesi.

In caso di corso ECM, sulla stessa area, troverà anche il questionario ECM.

Per i corsi:
Trova il test  ECM per uno specifico corso nella propria area riservata al sito www.psicologia.io  (nome in alto a destra –> I miei corsi -> Vai al corso e inserire per ogni  modulo la spunta di autocertificazione ECM --> scorrere fino al tasto Accedi al test ECM).

Per i libri:
Trova il test ECM per uno specifico libro nella propria area riservata al sito www.psicologia.io  (nome in alto a destra –> I miei corsi --> Vai al libro --> scorrere fino al tasto Accedi al test ECM).

Sia per corsi sia per libri:
sono disponibili 5 tentativi e fino alla scadenza indicata per la compilazione.

Vi sarà anche un questionario di valutazione da compilare.
Una volta completato, potrà scaricare direttamente dal sito il suo attestato ECM.

La comunicazione ad Agenas verrà effettuata entro i 90 giorni successivi alla data di scadenza del corso (indicata all’interno dell’area riservata, sotto la dicitura “Scadenza acquisizione ECM”).