Webinar

Mindfulness. Applicazioni cliniche in età evolutiva e in età adulta | Masterclass online

Mindfulness
Mindfulness. Applicazioni chiniche in età evolutiva e in età adulta | Masterclass online

MASTERCLASS MINDFULNESS.
APPLICAZIONI CLINICHE IN ETA’ EVOLUTIVA E IN ETA’ ADULTA 
II edizione

50 ECM

 

60 ore di formazione online, divise in seminari teorici e pratici

Possibilità di seguire le dirette su Zoom interagendo direttamente con i docenti

Usufruire delle registrazioni per 12 mesi sulla tua area riservata

Acquisire 50 ECM senza obbligo di partecipare alle dirette

 

L'utilizzo della pratica Mindfulness con bambini, adolescenti e adulti, la cura di sè e del proprio corpo, le prospettive orientali e le diverse possibilità di applicazione sono alcuni dei nuovi principali temi in cui la formazione e l'aggiornamento sono essenziali per i professionisti della salute mentale.

L'integrazione della psicologia con le pratiche meditative e di consapevolezza ha aperto nuove opportunità non solo nella pratica clinica e nel trattamento di diverse tipologie di pazienti, ma ha anche dato spazio alla possibilità di autoregolazione del terapeuta, sia a livello emotivo, sia a livello fisico.

In questa Masterclass di 60 ore di formazione esperienziale, i partecipanti avranno la possibilità di apprendere diverse ibridazioni della Mindfulness con la pratica clinica con adulti, bambini e adolescenti.
 

PROGRAMMA (in aggiornamento)


4 - 5 Febbraio 2022, h. 9 - 13 | Dott.ssa Roberta Rubbino - La Mindfulness nella pratica clinica con i bambini

18 Febbraio 2022, h. 9 - 13 | Prof.ssa Gaia De Campora - Mindful Emotion Regulation – Approach [MER-A]. Un modello di intervento per le difficoltà alimentari perinatali e per i disturbi della prima infanzia

19 Febbraio - 5 Marzo 2022, h. 9 - 13 | Prof.ssa Bianca Bertetti - Adolescenti Consapevoli. La mindfulness per superare con resilienza le sfide della crescita

24 - 25 Marzo 2022, h. 9 - 13 | Prof. Claudio Pavia - Mindfulness, Psicoanalisi e influenze orientali

31 Marzo 2022, h. 14 - 18 | Prof. Christine Caldwell - Bodyfulness: Contemplatività Somatica come pratica clinica

8 - 9 Aprile 2022, h. 9 - 13 | Prof. Tullio Giraldi - Infelici, tristi o depressi: farmacoterapia, psicoterapia, mindfulness o meditazione Buddhista?

29 - 30 Aprile 2022, h. 9 - 13 | Prof. Vittoria Ardino e Dott.ssa Patrizia Vaccaro - Trauma-sensitive Mindfulness nel ciclo di vita

13 Maggio 2022, h. 9 - 13 | Dott.ssa Antonella Montano - L’utilizzo della Mindfulness con la popolazione LGBTQIA+

14 Maggio 2022, h. 9 - 13 | Dott.ssa Francesca Maria Salerno - Mindfulness e Yoga terapia: origini,  pratiche e applicazione clinica

On demand, 4 ore | Dott. Richard Sears - CBT e Mindfulness: un approccio integrato evidence-based

 

Metodologia didattica

60 ore di formazione online

Registrazioni disponibili sulla tua area riservata entro 3 giorni dalla diretta

Materiali scaricabili messi a disposizione dai docenti

Traduzione simultanea per interventi stranieri (in diretta e su registrazione)

Docenti
Roberta Rubbino
Psicoterapeuta
Psicologa, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale. Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Lazio dal 06/05/2013 n. 19983. Responsabile dell’area età evolutiva “Beck for Kids”, Psicodiagnosta e Trainer Coping Power. Si occupa di clinica nell’ambito dell’infanzia e dell’adolescenza. Ha conseguito esperienza clinica anche con gli adulti occupandosi prevalentemente di trauma e di… continua
Bianca Bertetti
Psicoterapeuta
 Bianca Bertetti, psicologa e psicoterapeuta, è docente di Psicologia del ciclo di vita all’Università Cattolica di Brescia e maltrattamento e resilienza alla scuola di Psicoterapia IRIS di Milano, consulente tecnico di ufficio (CTU) presso la sessione famiglia del Tribunale Ordinario di Milano, formatrice sulle tematiche della resilienza e della mindfulness in età evolutiva e adulta, collabora… continua
Gaia De Campora
Psicoterapeuta
Gaia de Campora è psicologa e docente a contratto presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e della Valle D’Aosta, consulente specializzata in tematiche alimentari perinatali e della prima infanzia, referente in Piemonte per le consulenze in allattamento presso l’Associazione Italiana Studio Malformazioni e Labiopalatoschisi (AISMEL). Ha lavorato per diversi anni a San Diego… continua
Christine Caldwell
Psicologa
Christine Caldwell, Ph.D., BC-DMT, LPC, NCC, ACS, è la fondatrice e professoressa emerita del Somatic Counseling Program presso l'Università di Naropa, dove ha insegnato consulenza somatica, neuroscienze cliniche, ricerca e problemi di diversità. Il suo lavoro, chiamato Ciclo Mobile, mette in luce il gioco naturale, l'imprinting fisico iniziale, i processi di movimento completamente sequenziati,… continua
Tullio Giraldi
Psicoterapeuta
Biologo, psicologo, psicoterapeuta (analista transazionale), già ordinario di farmacologia presso l’Università di Trieste, dove ho insegnato nella Facoltà di Farmacia, Medicina e Psicologia; Visiting Professor al King’s College dell’Università di Londra. Dal 1970 ho svolto ricerche su tumori, stress, depressione, psiconcologia, anche in relazione agli eventi di vita e fattori genetici… continua
Vittoria Ardino
Docente Universitario
Presidente della Società Italiana per lo Studio dello Stress Traumatico e docente di Psicologia delle Emergenze e del Trauma all’Università di Urbino, si è formata alla psicotraumatologia in Canada e in Inghilterra dove ha insegnato psicologia forense e psicologia clinica alla London Metropolitan University dirigendo il Master in Psicologia Forense accreditato dalla British Psychological Society… continua
Patrizia Vaccaro
Psicoterapeuta
 Patrizia Vaccaro è psicologa psicoterapeuta a indirizzo cognitivo-comportamentale. e istruttrice di protocolli mindfulness-based. Mi sono approcciata alla psicologia dopo aver conseguito la laurea in filosofia con una tesi sull’immagine e lo schema corporeo. L’interesse per il funzionamento della mente e i suoi aspetti psicopatologici è arrivato attraverso la ricerca e lo studio degli aspetti… continua
Antonella Montano
Psicoterapeuta
Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Fondatrice e Direttrice dell’Istituto A.T. Beck per la terapia cognitivo-comportamentale di Roma e Caserta. Certified Trainer/Consultant/Speaker/Supervisor dell’ACT (Academy of Cognitive Therapy). Membro del Beck Institute International Advisory Committee di Philadelphia. È Fondatrice e Presidente della Onlus Il Vaso di Pandora. La Speranza dopo il… continua
Richard Sears
Psicologo
licenza a Cincinnati, Ohio, USA. Il Dr. Sears pratica privatamente, offre consulenze ed è direttore del Centro per la Consapevolezza Clinica & Meditazione. Ha ricoperto diversi incarichi accademici, tra cui presso il Dipartimento di Psichiatria e Neuroscienze Comportamentali presso l'Università di Cincinnati College of Medicine. È autore di oltre una dozzina di libri, tra cui Mindfulness:… continua
Programma
1
Modulo
La Mindfulness nella pratica clinica con i bambini

Nel suo libro, Toccare la pace. La pratica dell’arte di vivere con consapevolezza, Thich Nhat Hanh scrive che ognuno di noi è un fiore. Se ognuno di noi è un fiore allora a maggior ragione lo sono i bambini, essi sono il fiore dell’umanità (Montano & Villani, 2018). E’ possibile però che gli essere umani, grandi o piccini, proprio come i fiori, possano appassire e hanno quindi bisogno di riacquistare vigore.

Inserire la Mindfulness nella pratica clinica con i bambini, sia in caso di disturbi dell’umore o del comportamento, può essere un prezioso contributo per aiutarli a riappropriarsi della loro freschezza e a rifiorire mediante la consapevolezza. Una prima parte della presentazione sarà dedicata agli aspetti teorici e alle evidenze scientifiche dell’utilizzo delle pratiche di Mindfulness nel setting terapeutico, con un focus particolare sui disturbi dell’umore, il disturbo ossessivo compulsivo e il disturbo oppositivo provocatorio. La seconda parte sarà prevalentemente esperienziale, attraverso la presentazione di alcuni strumenti del protocollo “Il Fiore Dentro”.

4 Febbraio 2022, h. 9 - 13
5 Febbraio 2022, h. 9 - 13
Ven 4 Febbraio 2022, 9:00 - Sab 5 Febbraio 2022, 13:00
Relatore
Roberta
Rubbino
Durata Modulo
8 ore
2
Modulo
Adolescenti Consapevoli. La mindfulness per superare con resilienza le sfide della crescita

Nell’era digitale della società occidentale i “millennials”, trovandosi ad affrontare le sfide e i cambiamenti tipici dell’adolescenza, si sentono ora pieni di entusiasmo, ora stressati, tristi, arrabbiati, disorientati fino a sviluppare talvolta serie problematiche. Per sostenerli a costruire la loro nuova identità, Internet e i Social non bastano. Occorre, nella vita reale, favorire relazioni, proposte e contesti per “fare fiorire” nei ragazzi risorse e benessere. E ‘importante “allenare” i ragazzi alla resilienza, a trasformare le difficoltà per uscirne più forti, sicuri di sé, capaci di buone relazioni e di orientare l’azione verso i valori che hanno più a cuore. Le radici profonde di questo percorso si fondano sulla consapevolezza di sé, come evidenziano anche recenti correnti della psicoterapia e delle scienze umane. Per sostenere tale capacità di resilienza, ci si richiama direttamente alla mindfulness, la via della chiara consapevolezza, che indica quanto il portare attenzione, con gentilezza e senza giudicare, a ciò che si sperimenta nel momento presente incrementi il benessere e la capacità di operare scelte costruttive. La mindfulness non è una terapia né intende sostituirsi ad essa, ma è piuttosto un modo di prendersi cura, con gentile consapevolezza, delle esperienze piacevoli e difficili, non opponendosi ad esse né negandole.

Un excursus sulle origini, le pietre miliari e i riscontri scientifici della mindfulness precederà la presentazione di un dettagliato percorso pratico in otto sessioni dove si invitano gli adolescenti a entrare direttamente nell’esperienza, per “allenarsi” a sviluppare consapevolezza e resilienza. Verranno presentati esercizi, brevi meditazioni, stimoli tratti da libri e film, che staranno alla base di riflessioni individuali e/o di gruppo. Per comprendere più a fondo le pratiche i corsisti verranno invitati a provare loro stessi alcune pratiche.

19 Febbraio 2022, h. 9 - 13
5 Marzo 2022, h. 9 - 13
Sab 19 Febbraio 2022, 9:00 - Sab 5 Marzo 2022, 13:00
Relatore
Bianca
Bertetti
Durata Modulo
8 ore
3
Modulo
Mindful Emotion Regulation – Approach [MER-A]. Un modello di intervento per le difficoltà alimentari perinatali e per i disturbi della prima infanzia

La Mindfulness ha visto negli ultimi decenni un crescente interesse nell’ambito sia dei percorsi di promozione del benessere, sia di interventi brevi tesi a migliorare condizioni problematiche o cliniche. Analogamente, la prospettiva della regolazione emotiva ha fornito un essenziale chiave di lettura, esplicitando l’importanza della dimensione relazionale come elemento alla base dell’insorgenza di diverse problematiche. Queste due aree della letteratura scientifica hanno mostrato diversi punti sia di congiunzione sia di distinzione, richiamando l’attenzione sulla possibilità di costruire un modello unitario, basato sull’integrazione di alcuni princìpi.

In questa direzione, il presente seminario si propone di riassumere i princìpi teorici sottesi alla costruzione del Mindful Emotion Regulation – Approach, sottolineando le evidenze empiriche emerse negli ultimi anni a supporto della sua efficacia.

Questo modello si propone, infatti, come strategia di intervento precoce dedicata alla relazione caregiver-bambino, con l’obiettivo di promuovere la riflessione e la costruzione di un dialogo basato sulla reciprocità all’interno della diade, producendo attivamente un cambiamento dei pattern alimentari disfunzionali attraverso la partecipazione diretta del caregiver.

Ven 18 Febbraio 2022, 9:00 - 13:00
Relatore
Gaia
De Campora
Durata Modulo
4 ore
4
Modulo
Mindfulness, Psicoanalisi e influenze orientali

La mindfulness sembra poter rappresentare, già da qualche anno, un originale campo di ricerca nella teoria e nella clinica della psicoterapia contemporanea, trovando vieppiù un suo specifico posto in tutta una serie di applicazioni tecniche appartenenti a vaie scuole di pensiero. Ciò che salta agli occhi pur nella differenze di scuola è la caratteristica della trasversalità di alcuni principi ispiratori. E’ dunque possibile rintracciare  e mettere a fuoco qualche aspetto in comune, condiviso, una sorta di common ground tra le varie correnti. Una strada possibile per seguire questa direzione, consiste  nell’approfondire lo studio sulle radici filosofiche e storiche del pensiero orientale che sta alla base del concetto di Mindfulness selezionandone in partenza alcuni passaggi significativi.

In questo seminario si attraverseranno alcuni aspetti teorico clinici della mindfulness per quanto riguarda la psicoanalisi, iniziando con qualche riflessione su Freud, fino a quella che è conosciuta come la svolta relazionale. Ci si focalizzerà  dunque sulla descrizione di ciò che accade nella seduta nel campo creato dall’interazione tra terapeuta e paziente, con una particolare attenzione ai fenomeni del transfert e del controtransfert. Si daranno alcune indicazioni su quali accorgimenti si possono tenere nella psicoterapia a partire dalla psicologia buddista.

24 Marzo 2022, h. 9 - 13
25 Marzo 2022, h. 9 - 13
Gio 24 Marzo 2022, 9:00 - Ven 25 Marzo 2022, 13:00
Relatore
Claudio
Pavia
Durata Modulo
8 ore
5
Modulo
Bodyfulness: Contemplatività Somatica come pratica clinica

Tratto da Fenomenologia, Psicologia Umanistica e Pratica Contemplativa, questo corso si concentrerà su come lavorare con un focus aperto e attento del cliente sugli stati corporei del momento presente, insieme alle risposte consapevoli e deliberate del movimento. 

Focalizzando le esperienze sensoriali del cliente, il corpo stesso diventa la risorsa per la guarigione e il cambiamento terapeutico. In combinazione con una forte alleanza terapeutica, questo metodo può consentire al cliente di creare le proprie esperienze su “come mi sento e mi muovo in questo momento mi aiuta a risolvere i problemi, accedere alla creatività, e trovare il modo di attivarmi”. 

I partecipanti studieranno quattro metodi sequenziali che informano la pratica clinica e guidano la relazione terapeutica.

Gio 31 Marzo 2022, 14:00 - 18:00
Relatore
Christine
Caldwell
Durata Modulo
4 ore
6
Modulo
Infelici, tristi o depressi: farmacoterapia, psicoterapia, mindfulness o meditazione Buddhista?

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità la depressione è un comune disturbo psicologico di cui soffrono milioni di persone, prima causa di disabilità e quarto fattore del carico complessivo di malattia, con una previsione di aumento sino a diventare rapidamente la seconda causa di anni vissuti con disabilità.

La diffusione epidemica della depressione ha fatto sorgere la domanda se i criteri impiegati per la diagnosi identificano effettivamente condizioni morbose, o se riguardino un’epidemia di variazioni dell’umore quali tristezza, infelicità, scoraggiamento, di natura fisiologica e reattiva che accompagnano l’adattamento agli eventi di vita stressanti posti dalla attuale società globalizzata.

Nonostante i progressi delle neuroscienze, la psichiatria manca ancora di solide basi scientifiche e strumentali, ed i criteri per la diagnosi di depressione sono estesamente criticati in quanto non capaci di differenziare i veri disturbi mentali dalla sofferenza di natura esistenziale.

Assieme alla crescita della diagnosi di depressione, è cresciuto l’impiego di trattamenti, quali la farmacoterapia con antidepressivi. Gli osservatori più attenti hanno però evidenziato come i criteri per la messa in commercio degli antidepressivi e per la valutazione della loro efficacia siano a loro volta carenti. Le forme lievi o moderate di depressione rispondono alla loro somministrazione quanto ad un placebo, e si manifestano effetti avversi di entità largamente sottovalutata e non compensati dalla limitata o assente risposta terapeutica.

Ancor prima della farmacoterapia, si sono sviluppati interventi psicoterapeutici basati sulla psicologia analitica, psicodinamica, umanistica, esistenziale, interpersonale che hanno costituito importanti modalità di intervento. Ad essi si sono successivamente affiancati approcci derivanti dal mondo della psichiatria biologica, delle neuroscienze e del cognitivismo, quali la Cognitive, Behaviour Therapy (CBT), che hanno assunto un’estesa diffusione anche nelle numerose varianti di terza generazione da essa gemmate. 

Nello stesso periodo è sorprendentemente esploso il fenomeno della mindfulness, che si è diffusa nel mondo delle psicoterapie ad orientamento cognitivo e della psichiatria biologica. La “meditazione Buddhista senza Buddhismo” proposta negli anni ’70 da Jon Kabat Zinn nel suo programma di Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR), si è integrata nel solco della “medicina basata sulle prove”, ed è stata incorporata nella CBT diventando la Mindfulness Based Cognitive Therapy (MBCT). La MBCT, a differenza degli originari approcci di origine orientale ed interpersonale, viene estesamente impiegata quale intervento sanitario, assumendo nello stesso tempo anche gli aspetti controversi propri della psichiatria biologica quali la natura riduzionistica e meccanicistica della diagnosi, dell’intervento e della valutazione degli effetti.

Il seminario riguarderà quindi una carrellata sulla storia della depressione, e sull’efficacia e dei limiti del trattamento farmacoterapico. Il fenomeno della mindfulness verrà esaminato approfonditamente per quanto riguarda la sua incorporazione nel mondo della medicina, della psichiatria biologica e delle neuroscienze e psicoterapie cognitive. Le origini della mindfulness dal Buddhismo in Oriente, e lo sviluppo in Occidente del messaggio originario del Buddhismo del superamento delle sofferenze dell’esistenza, verranno illustrate e considerate in prospettiva

8 Aprile 2022, h. 9 - 13
9 Aprile 2022, h. 9 - 13
Ven 8 Aprile 2022, 9:00 - Sab 9 Aprile 2022, 13:00
Relatore
Tullio
Giraldi
Durata Modulo
8 ore
7
Modulo
Trauma-sensitive Mindfulness nel ciclo di vita

I sopravvissuti a traumi sono immersi in continue oscillazioni di disregolazione emotiva; la mindfulness è uno strumento che offre la possibilità di regolare le emozioni e, dunque, sostiene chi ha vissuto esperienze traumatiche nella rimodulazione dell’arousal e nella gestione delle strategie di evitamento.

Il seminario esplora l’integrazione dei protocolli mindfulness negli interventi e trattamenti delle sindromi trauma-correlate sia con adulti sia in età evolutiva con un focus sulle pratiche cosiddette trauma-sensitive, che presuppongono una attenta interpretazione dell’impatto del trauma sul funzionamento evitando l’effetto paradossale della cronicizzazione dei sintomi post-traumatici e di una ritraumatizzazione.

Verranno presentati i cinque principi chiave della mindfulness trauma-orientata e proposti modelli di stabilizzazione emotiva integrata – il TSM-NASTI – e strategie specifiche su come inserire la mindfulness all’interno di protocolli trauma-focali in diversi contesti di cura. Sarà dedicato un approfondimento sull’applicazione della mindfulness con sopravvissuti a traumi che presentano disturbi dissociativi.

29 Aprile 2022, h. 9 - 13
30 Aprile 2022, h. 9 - 13
Ven 29 Aprile 2022, 9:00 - Sab 30 Aprile 2022, 13:00
Relatore
Vittoria
Ardino
Patrizia
Vaccaro
Durata Modulo
8 ore
8
Modulo
L’utilizzo della Mindfulness con la popolazione LGBTQIA+

La popolazione LGBTQIA+ è caratterizzata da aspetti culturali e problematiche specifiche, che si riscontrano nell’intero arco di vita. Questo la porta ad essere vittima di una più marcata vulnerabilità e di una maggiore probabilità di sviluppo di disturbi, sia di natura psicologica che fisica. Inoltre, lo stereotipo vissuto come minaccia all’interno del contesto di cura, porta la popolazione LGBTQIA+ a non chiedere aiuto.  All’interno di questa cornice, però, i principi su cui si fonda la Mindfulness, la pratica meditativa giornaliera, l’allenamento all’accettazione e alla compassione possono essere uno strumento prezioso non solo per la  riduzione dello stress, ma anche per mitigare gli effetti nocivi (talvolta anche traumatici) dell’omofobia sociale e interiorizzata e del distress psicologico dovuto al vivere in una società eterosessista.

La presentazione prevedrà sia una parte teorica sull’argomento, facendo riferimento alle più recenti linee guida internazionali, che un focus sul protocollo MBSR per gay e lesbiche ideato e condotto, ormai da diversi anni, presso l’Istituto A.T.Beck di Roma.

Ven 13 Maggio 2022, 9:00 - 13:00
Relatore
Antonella
Montano
Durata Modulo
4 ore
9
Modulo
Mindfulness e Yoga terapia: origini, pratiche e applicazione clinica

Nel panorama della psicologia contemporanea, la Mindfulness viene proposta, con crescente interesse, come un approccio di tipo esperienziale per accrescere la consapevolezza verso la realtà dei processi mentali. Questo approccio nasce negli anni Settanta nelle sue diverse forme di intervento clinico denominate “mindfulness-based”. Tra queste, la più celebre quella di Jon Kabat-Zinn che ha sviluppato il training Mindfulness-Based Stress Reduction (MBSR), ovvero il programma sistematico della durata di 8 settimane basato sull’insegnamento di pratiche meditative di consapevolezza, il cui obiettivo è quello di imparare a gestire e ridurre lo stress. Ad oggi rimane il protocollo maggiormente studiato e verificato dalla comunità scientifica mondiale.

 La mindfulness corrisponde a una modalità di attenzione e di presenza alle attività cognitive-affettive-psicomotorie individuali del momento presente, ed è caratterizzata da ricettività, decentramento, assenza di giudizio. Tale insieme di metodologie si propone come un addestramento mentale, che interviene sulla vulnerabilità cognitiva e sulle modalità di tipo reattivo, fonte di disagio psichico, ipotizzando un ruolo di mediazione sui comportamenti osservati. La mindfulness è una modalità che appartiene alle pratiche dello yoga, intese come pratiche di consapevolezza e non ginniche,  ovvero meglio definito come un “yoga terapia” che si basa sulle pratiche di movimento e rilassamento del corpo, e di respirazione che premettono la regolazione del sistema nervoso autonomo e quindi delle risposte vagali modificando così la risposta adattativa individuale.

L’integrazione tra pratiche di consapevolezza e pratiche di autoregolazione dello yoga terapia, fornirà un quadro sia sui casi clinici che possono beneficiare da queste pratiche che dal contesto psicoterapeutico adatto e lo psicoterapeuta. L’attenzione consapevole e continuata, in una modalità aperta e accettante, punta a favorire una condotta auto-regolata, una flessibilità psicologica di tipo adattivo e un tono emozionale positivo. La possibilità di intervenire direttamente sui processi di somatizzazione con la respirazione e la consapevolizzazione corporea è di importante applicazione psicoterapeutica e soprattutto nei casi di somatizzazione e iper arousal cronicizzato, come nei casi di post trama, oppure pattern di adattamento disfunzionali. Basandosi sul concetto di neuroplasticità e decondizionamento le pratiche di consapevolezza possono essere incluse in una psicoterapia mirata a modificare le relazioni oggettuali e i processi dinamici, ed essere così un completamento alla stessa.

L’intervento esporrà sia il quadro teorico di riferimento che  proporrà le pratiche più comuni e alcuni esercizi di respirazione yoga-terapia.

Sab 14 Maggio 2022, 9:00 - 13:00
Relatore
Francesca Maria
Salerno
Durata Modulo
4 ore
10
Modulo
CBT e Mindfulness: un approccio integrato evidence-based

LEZIONE ON DEMAND

L'approccio comportamentale è considerato la prima ondata della Cognitive Behavioral Therapy (CBT). Questi principi sono ancora molto importanti per tutti i terapisti, ma ulteriori ricerche hanno messo in luce l'importanza delle tecniche cognitive, che sono diventate la seconda ondata. 

Ora, gli approcci della terza ondata hanno notevolmente ampliato la nostra comprensione della mente umana e il processo di come le persone vengono incastrate nelle trappole della psicopatologia. Le analisi statistiche hanno rivelato che le tecniche CBT classiche non funzionavano per le ragioni per cui pensavamo che funzionassero. Sappiamo tutti che cambiare il nostro modo di pensare può cambiare il nostro modo di sentire, ma ti capita mai di litigare con i pazienti? Più cerchi di cambiare il loro modo di pensare, più peggiora? 

Approcci della terza ondata come la Terapia Cognitiva Basata sulla Consapevolezza, la Terapia dell'Accettazione e dell'Impegno e la Terapia del Comportamento Dialettico, che incorporano processi di consapevolezza e accettazione, ci hanno mostrato il potere di relazionarci diversamente a pensieri ed emozioni angoscianti piuttosto che lottare per "risolverli". Sfortunatamente, le persone usano spesso tecniche di consapevolezza e accettazione in modi che rafforzano accidentalmente l'evitamento. 

In questo workshop, imparerete ad assimilare i principi scientifici della Mindfulness in quello che state già facendo nella vostra pratica clinica. Imparerete anche ad incorporare tecniche di consapevolezza che possono trasformare la sofferenza dei vostri clienti. Questo seminario all'avanguardia coprirà i classici, potenti principi cognitivi e comportamentali attraverso l'obiettivo chiaro della moderna ricerca sulla terza ondata. Trainer esperto, il Dr. Richard Sears presenterà le ultime ricerche e tecniche pratiche con passione e ironia.

Relatore
Richard
Sears
Durata Modulo
4 ore

ISCRIZIONI

Primo Early Booking
Dal 02 Novembre 2021 al 31 Dicembre 2021
427,00 €
Secondo Early Booking
Dal 01 Gennaio 2022 al 23 Gennaio 2022
497,00 €
Full Ticket
Dal 24 Gennaio 2022 al 04 Febbraio 2022
567,00 €
Materiale didattico:
slidesvideo

COSA ACQUISTI

60 Ore di formazione specifica sulla Mindfulness

Accesso alle dirette su Zoom

Accesso alle registrazioni per 12 mesi

Traduzione simultanea garantita

50 ECM (senza necessità di partecipare alle dirette)