L'arteterapia nel lavoro sul trauma

MASTERCLASS TRAUMA SERIES

Questo seminario fa parte del percorso Masterclass Trauma series.

La Trauma Series è un insieme di eventi che racchiude i contributi di professionisti nazionali e internazionali sul tema del Trauma.

Il seminario singolo prevede la possibilità di acquisire 9 ECM (per il triennio 2023-2025). Se vuoi iscriverti all'intero percorso, CLICCA QUI per vedere il programma completo.

 

TRAUMA SERIES
con REBECCA HETHERINGTON

 

Sabato 3 Dicembre h. 15-19

Sabato 10 Dicembre h. 15-19

 

Materiale consigliato per la partecipazione : fogli di carta bianca, matita e/o penna.

 

Dopo un breve excursus sulla storia dello sviluppo dell’arteterapia negli Stati Uniti e nel Regno Unito, andremo a vedere come essa si sia è sviluppato dal trauma e per il trauma attraverso quattro personaggi chiave in quattro paesi diversi, dal 1940 fino ad oggi : Friedl Dicker-Brandeis (Austria), Donald Winnicott (Regno Unito), Arthur Robbins (Stati Uniti), Mimma Della Cagnoletta (Italia). Attraverso queste figure storiche, esploreremo alcuni strumenti chiave alla base dell’arteterapia psicodinamica: il valore dell’atto trasformativo e creativo dì per sé nel contenimento del trauma (Dicker-Brandeis); il ruolo della creatività nello sviluppo del sé e la gioia di vivere (Winnicott);  il valore sensoriale, psicofisico e simbolico dei diversi materiali artistici (Robbins); le diverse modalità del processo creativo e il loro ruolo nel rendere l’arteterapia psicodinamica uno strumento, di per sé, distinto dall’uso di arte ‘come terapia’ (Della Cagnoletta). La presentazione sarà arricchita da vignette cliniche esplicative.

Proseguiremo con un ripasso sui diversi modi di definire e categorizzare il trauma, sia dal mondo della psicodinamica, che dal mondo di Somatic Experiencing. Questo ci permetterà di riassumere le diverse tecniche, protocolli e approcci che esistano nell’ampio mondo dell’arteterapia per trattare il trauma e i fenomeni a esso connessi. Presenterò una vignetta clinica, quale esempio di come la rabbia provocata, dalla propria impotenza davanti ad un evento traumatico, possa essere esternata per poi trasformarla. Vi sarà quindi una parte dedicata ad un’esplorazione approfondita della tecnica del LOM® (Terapia pittorica orientata alla soluzione), sviluppatasi da Bettina Egger e Jörg Merz (Svizzera): tecnica mirata alla trasformazione dell’impatto di un evento specifico traumatico sul sistema nervoso. Presenterò la ricerca di Egger, le radici e lo sviluppo della sua tecnica; la ricerca empirica ha dimostrato la sua validità e le spiegazioni neuroscientifiche attestano la sua efficacia.

Nella seconda giornata inizieremo con una breve spiegazione dell’arteterapia sensorimotoria, insieme alla storia e il suo sviluppo grazie a Cornelia Elbrecht (Germania e Australia), Cathy Malchiodi (Usa) e Heinz Deuser (il campo d’argilla, Germania). Indaghiamo le differenze principali fra la percezione tattile e quella ottica: distinzione che costituisce la base delle tecniche di arteterapia sensorimotoria. L’arteterapeuta farà una dimostrazione dal vivo del lavoro con il campo d’argilla e condividerà alcuni esempi clinici. Andremo poi a esplorare il disegno bilaterale, la sua utilità e applicazione, anch’essa arricchita da esempi clinici. Esploreremo inoltre una cornice teorica dal Somatic Experiencing, che ha contribuito allo sviluppo dell’arteterapia sensorimotoria, e vedremo come può aiutare a capire la sua efficacia.

Infine esploreremo, da diversi punti di vista, il dilemma di impotenza (helplessness) che il trauma ci costringe a riconoscere. Come si può affrontare una situazione dove il trauma e/o le conseguenze di esso sono ancora presenti e/o attivi nella vita della persona? Ci sono tanti fattori esterni al setting sui quali non abbiamo nessun controllo. Si dice che il trauma non può essere elaborato affinché è in atto. Ma che lavoro è possibile fare, allora? Nel caso di trauma medico, ciò che provoca il trauma corporeo può essere proprio l’intervento necessario per salvare la vita della persona. Vedremo quindi come l’arteterapia può essere utile in queste circostanze. Esploreremo anche esempi clinici di trauma medico, di trauma relazionale, e trauma collettivo. Vedremo inoltre l’importante contributo che l’arteterapia ha portato con il lavoro di gruppo, e come essa possa essere particolarmente importante nei casi di trauma collettivo e sociale: persone appartenenti a identità di minoranza (razziali, religiose, di orientamento sessuale o altro) dove serve proprio una prospettiva sociale volta a curare ciò che è stata provocato dalla società stessa. Indagheremo come si può portare nella stanza di arteterapia un nuovo approccio al potere: una relazione di alleanza reciproca, come lo definisce Amber Gray.

 

In conclusione verranno presentati diversi esempi di arteterapia di gruppo nell'ambito del trauma:

  •  un protocollo per un percorso di gruppo di danza-movimento e arte terapia ideato da Heike Beaulieu per donne sopravvissute da relazioni di abuso;
  • percorsi di gruppo per minori non-accompagnati, vittime di tratta;
  • percorsi di gruppo svolti nella Casa Circondariale di Bologna, sezione femminile.
Programma
Modulo
1
Prima giornata
-
La nascita di arteterapia dal trauma e per il trauma : dal Ghetto di Terezìn ai giorni di oggi
-
Conoscere i diversi tipi di trauma e i diversi strumenti disponibili dal campo di arteterapia
Docente
Rebecca Rivkah Hetherington
Durata Modulo
4h 00m
Modulo
2
Seconda giornata
-
Arteterapia Sensorimotoria : il campo d’argilla e il disegno bilaterale, un approccio prettamente bottom-up
-
Arteterapia e Impotenza : come l’atto creativo funge da controparte all’impotenza sperimentata con il trauma medico, il trauma relazionale e il trauma collettivo/sociale
Docente
Rebecca Rivkah Hetherington
Durata Modulo
4h 00m
Docenti
Rebecca Rivkah Hetherington
Arteterapeuta
Rivkah (Rebecca) Hetherington è Arteterapeuta formatasi presso l'Art Therapy Italiana, iscritta ad ApiArt (Italia) è registrata all'HCPC (Regno Unito) col titolo ‘Art Psychotherapist’. Il suo particolare interesse per l’elaborazione di vissuti traumatici l'ha portata a specializzarsi nel Clay Field… continua
Iscrivendoti potrai
Partecipare alla diretta con la possibilità di interagire direttamente con i relatori
Vedere o rivedere l'evento in differita quando vorrai: rimarrà sulla tua area riservata per 12 mesi
Scaricare l'attestato di partecipazione

ISCRIZIONI

Registrati al Webinar per 99,00 € 9 crediti ECM
per tutte le professioni sanitarie
La scadenza per ottenere gli ECM relativi a questo corso è il: 30 Dic 2023
Corso acquistabile entro il: 15 Dic 2023
Inoltre avrai accesso a:
Attestato di partecipazione
Attestato ECM
Tutte le professioni sanitarie
Test a risposta multipla
5 tentativi possibili

COSA ACQUISTI

9 ECM per il triennio 2023-2025

Accesso alle dirette su Zoom

8 ORE DI TRAINING

Accesso alle registrazioni per 12 mesi

Ti serve aiuto?

Troverai le registrazioni dei seminari entro pochi giorni nella tua area riservata.
Le registrazioni sono disponibili per 12 mesi.
Gli interventi in lingua straniera saranno disponibili sia in lingua originale, sia con la traduzione montata.

Il test ecm sarà disponibile dalla fine del corso fino alla data di scadenza indicata nella tua area riservata.
Dopo tale data non sarà più possibile ottenere gli ecm.

Bisogna sempre fare riferimento alla data di scadenza del test ECM per calcolare le tempistiche di accreditamento (e NON alla data in cui è stato superato il test). La data di scadenza di un test ECM può essere verificata accedendo alla sua area riservata, sotto la voce "Scadenza acquisizione ECM" di fianco al titolo del corso.
Entro 90 giorni a partire da questa data comunicheremo i dati dei partecipanti al provider, che poi provvederà ad inviarli ad Agenas. I crediti saranno successivamente acquisiti da Cogeaps e varranno per il triennio 2020-2022.

Dunque, consideri queste tempistiche per capire quando potrà vedere i suoi crediti caricati all’interno della sua pagina di Cogeaps.

In ogni caso, se ha scaricato l'attestato di acquisizione ECM del suddetto corso, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

I pagamenti tramite bonifico richiedono innanzitutto l’invio della distinta di avvenuto pagamento alla casella mail assistenza@psicologia.io.

Il corso richiede qualche giorno  lavorativo per essere correttamente caricato all’interno della sua area riservata, il tempo necessario per procedere con la verifica dell’effettiva ricezione del pagamento.

Trova tutte le registrazioni e i materiali che i docenti mettono a disposizione sulla sua area riservata.

Per trovare la sua area riservata, acceda al sito www.psicologia.io. In alto a destra vedrà il suo nome: clicchi su I miei corsi --> Vai al corso accanto al titolo del corso desiderato.
Le registrazioni saranno disponibili per 12 mesi.

In caso di corso ECM, sulla stessa area, troverà anche il questionario ECM.

Per i corsi:
Trova il test  ECM per uno specifico corso nella propria area riservata al sito www.psicologia.io  (nome in alto a destra –> I miei corsi -> Vai al corso e inserire per ogni  modulo la spunta di autocertificazione ECM --> scorrere fino al tasto Accedi al test ECM).

Per i libri:
Trova il test ECM per uno specifico libro nella propria area riservata al sito www.psicologia.io  (nome in alto a destra –> I miei corsi --> Vai al libro --> scorrere fino al tasto Accedi al test ECM).

Sia per corsi sia per libri:
sono disponibili 5 tentativi e fino alla scadenza indicata per la compilazione.

Vi sarà anche un questionario di valutazione da compilare.
Una volta completato, potrà scaricare direttamente dal sito il suo attestato ECM.

La comunicazione ad Agenas verrà effettuata entro i 90 giorni successivi alla data di scadenza del corso (indicata all’interno dell’area riservata, sotto la dicitura “Scadenza acquisizione ECM”).