Webinar

Il trattamento basato sulla Mentalizzazione: applicazioni cliniche nella pratica quotidiana

Disturbi di personalità
ISPEDI Bateman - Mucci

ISPEDI 2021 | International Seminars on Personality Disorder | Online Edition                                                                            

ANTHONY BATEMAN | Mentalization Based Treatment: clinical implementation in daily practice

ANTHONY BATEMAN | Il trattamento basato sulla Mentalizzazione: applicazioni cliniche nella pratica quotidiana


Facendo seguito all’incontro con Otto Kernberg, in cui viene illustrata la clinica dell’Organizzazione Borderline di personalità e delle tecniche psicodinamiche da lui elaborate per il trattamento dei disturbi gravi di personalità (borderline e narcisistici) con il metodo di psicoterapia psicoanalitica manualizzato (cioè sperimentato scientificamente, a New York e White Plains, Presbiterian Hospital, Cornell University),  da lui chiamato TFP, Psicoterapia focalizzata sul transfert (Clarkin, Yeomans, Kernberg, Psicoterapia delle personalità borderline, Raffaello Cortina Editore, 2000), e dopo aver esplorato con Vittorio Lingiardi (La Sapienza-Università di Roma, autore insieme a Nancy McWiliams del PDM-2, le modalità per fare la diagnosi di questi disturbi, confrontandosi spesso con pazienti che ci mettono a dura prova, il SEMINARIO ISPEDI 2021 presenta ora Anthony Bateman e il metodo MBT, Trattamento basato sulla Mentalizzazione, per il trattamento dei disturbi di personalità.

Si tratta di un metodo manualizzato ed elaborato insieme a Peter Fonagy (Anna Freud Center-University College London) che, a differenza di quello di Kernberg, prevede un lavoro di équipe e la possibilità di lavorare in day hospital usufruendo di una terapia personale, una terapia di gruppo, vari laboratori di gruppo e il ricorso a diverse figure specialistiche.

Bateman illusterà le principali strategie e tecniche della MBT (Bateman, Fonagy, Il trattamento basato sulla mentalizzazione, Raffaello Cortina Editore, 2006), dopo aver proposto una rivisitazione dei presupposti teorici, ovvero il concetto di mentalizzazione e una indicazione delle teorie dello sviluppo che portano alla mentalizzazione, mostrandoci come sollecitare nella pratica clinica lo sviluppo di queste strategie, con esercizi di role-playing ed esempi tratti da casi clinici.

Obiettivi di Apprendimento
Definire ed elaborare la mentalizzazione come concetto teorico e clinico
Comprendere le difficoltà nella mentalizzazione dei disturbi della personalità
Riconoscere il processo della mentalizzazione e della non-mentalizzazione
Identificare gli interventi per sviluppare la mentalizazzione e le tecniche utili per la pratica quotidiana
Delineare le declinazioni della MBT per il Disturbi Antisociale di Personalità, i Disturbi del Comportamento Alimentare, il Disturbo da abuso di sostanze e il Trauma Complesso
Metodologia didattica

Seminario con traduzione simultanea prevista

Materiali messi a disposizione dal docente scaricabili

Docenti
Anthony Bateman
Psicoterapeuta
Il Prof. Anthony W Bateman MA, FRCPsych, è consulente presso il centro Anna Freud, Londra; Professore invitato presso il University College, Londra; Professore onorario in psicoterapia presso l’Università di Copenhagen. Ha sviluppato il trattamento basato sulla mentalizzazione con Peter Fonagy per il disturbo borderline di personalità, e ha studiato la sua efficacia in studi clinici.  Ora ne… continua
Clara Mucci
Docente Universitario
Clara Mucci è Professore Ordinario di Psicologia Clinica presso l’Università di Bergamo dove è stata per anni Professore Ordinario di Letteratura inglese e teatro shakespeariano. Psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico e docente presso la SIPP di Milano (Società Italiana Psicoterapia Psicoanalitica), analista didatta e supervisore per la Società Italiana di Psicoanalisi e di Psicoterapia… continua
ISPEDI International Seminars on Personality Disorder
Associazione
ISPEDI 2021 | International Seminars on Personality Disorder | Online Editions                                                                              I disturbi di personalità, dal disturbo borderline al narcisismo, costituiscono gran parte delle patologie gravi con  cui i servizi o  gli psicoterapeuti sempre di più sono costretti a confrontarsi. La necessità di una appropriata diagnosi e… continua
Programma
1
Modulo
Clara Mucci

Nella mattinata, Clara Mucci preparerà il terreno cercando di effettuare un raccordo tra le differenze tra il metodo di Kernberg e quello di Bateman e Fonagy.

Verrà illustrato come le due metodologie non presentano solo caratteristiche diverse nella strutturazione, con possibili vantaggi e svantaggi psicodinamici e psicoterapeutici nell'uso della èquipe, ma si basano anche su una diversa visione dello sviluppo e della etiopatogenesi che sottende queste patologie.

Il soggetto, che dall'attaccamento sicuro dovrebbe arrivare alla mentalizzazione, rimane invece, come nei borderline, imprigionato anche neurobiologicamente in dinamiche di mancanza di controllo degli impulsi e distruttività contro sè e l'altro, con processi difensivi primari come l’identificazione proiettiva, il controllo onnipotente, la dissociazione, fino ad atti suicidari e parasuicidari. In particolare riferendosi a queste problematiche, verrà presentato come sono affrontate e risolte diversamente nei vari trattamenti.

Ven 12 Marzo 2021, 9:30 - 12:30
Relatore
Clara
Mucci
Durata Modulo
3 ore
2
Modulo
Anthony Bateman

La mentalizzazione è il processo attraverso il quale, implicitamente o esplicitamente, interpretiamo come significative le nostre azioni e quelle altrui, sulla base di stati mentali intenzionali (ad esempio desideri, bisogni, emozioni, credenze e motivi).   Questa abilità si sviluppa nell’infanzia nel contesto delle relazioni di attaccamento. Verrà discusso lo sviluppo della mentalizzazione e i possibili sviluppi quando le relazioni di attaccamento non sono sicure.

Nell’età adulta, persone con disturbi della personalità mostrano problemi nella mentalizzazione distinti, causati da un’interazione complessa tra fattori costituzionali e i processi di attaccamento nell’infanzia. Questa comprensione del disturbo della personalità guida il trattamento basato sulla mentalizzazione (MBT), che ha come obiettivo specifico quello dell’individuazione delle difficoltà nel mentalizzare e del migliorare l’abilità di mentalizzazione di una persona nel processo emotivo interattivo. Tutte le psicoterapie migliorano la mentalizzazione in qualche modo, ma solo la MBT è mirata a questo processo.

Saranno descritte alcune competenze cliniche usate per migliorare il processo della mentalizzazione, e verrà spiegato come integrare queste tecniche nel lavoro di equipe nella pratica clinica quotidiana.  

Inoltre, questo seminario affronterà l’MBT come un trattamento specifico e manualizzato. L’MBT è un trattamento per il disturbo della personalità basato sull’evidenza scientifica, ed è stato studiato nel trattamento di una serie di disturbi, tra cui il disturbo antisociale di personalità, le tossicodipendenze, il disturbo del comportamento alimentare, il trauma, la depressione, ed è stato applicato in vari contesti (per esempio con adolescenti autolesionisti a scuola, in prigione, e in famiglia). Verranno discussi gli interventi più importanti del modello clinico attraverso le declinazioni in alcuni disturbi (disturbo antisociale di personalità, tossicodipendenze, disturbi del comportamento alimentare e trauma).

Ven 12 Marzo 2021, 14:00 - 18:00
Relatore
Anthony
Bateman
Durata Modulo
4 ore

ISCRIZIONI
Registrati al Webinar per 98,00 €

Primo Early Booking
Dal 05 Gennaio 2021 al 21 Febbraio 2021
98,00 €
Secondo Early Booking
Dal 22 Febbraio 2021 al 07 Marzo 2021
116,00 €
Full Ticket
Dal 08 Marzo 2021 al 12 Marzo 2021
132,00 €
Materiale didattico:
slidesvideo

Iscrivendoti, potrai partecipare alle dirette dei webinar e alle registrazioni per 12 mesi

Traduzione simultanea in italiano

Solo 100 posti