Webinar

Famiglie e disturbi alimentari: dal senso del limite all’azione di cura condivisa

Famiglie e disturbi alimentari

FAMIGLIE E DISTURBI ALIMENTARI: DAL SENSO DEL LIMITE ALL'AZIONE DI CURA CONDIVISA

I Convegno Nazionale

22 Ottobre 2021
Relatori in presenza in diretta streaming nazionale
10 ECM senza necessità di partecipare alle dirette
 

 

PROGRAMMA

9.00 | APERTURA DEI LAVORI
Alberto Simone Pozzoli
Presidente Rete Ananke e Associazione Ananke di Villa Miralago
Mario Pozzoli
Presidente Villa Miralago
Presidente Ilfilolilla
Presidente Associazione “Ilfilolilla” APS- ETS Associazione di genitori e familiari contro i Disturbi del comportamento Alimentare
ENPAP

Ente Nazionale Previdenza e Assistenza per gli Psicologi

9:10 | INTRODUZIONE
Nuccia Morselli
Psicologa clinica e psicoterapeuta, Responsabile Ananke Sicilia
Luisa Mastrobattista | MA.NU.AL. Un progetto CCM per i disturbi della nutrizione e dell'alimentazione
Istituto Superiore di Sanità

09:30 | SALUTI DELLE AUTORITÀ INVITATE
On.le Roberto Speranza
Ministro della Salute
On.le Emanuele Monti
Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia
On.le Simona Tironi
Vice-Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia


10:00 | IL VISSUTO GENITORIALE DEL LIMITE, LA RICHIESTA DI AIUTO E IL PERCORSO DI CURA
Discussant: Luca Modolo
Neuropsichiatra infantile, Direttore Sanitario di Villa Miralago

NUCCIA MORSELLI | Il vissuto del limite genitoriale
Psicologa clinica e psicoterapeuta, Responsabile Ananke Sicilia

MARISA GALBUSSERA | Il corpo che parla
Psicoterapeuta e psicoanalista, Responsabile Ananke Veneto

RENATA NACINOVICH | Neuropsichiatria infantile e ruolo dei genitori
Neuropsichiatra infantile, Professore di Neuropsichiatria infantile presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, Direttore dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria infantile ASST di Monza

ETTORE CORRADI | L’approccio nutrizionale intensivo e il ruolo della famiglia
Medico Specialista in Nutrizione Clinica, Direttore S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda Milano

STEFANO TAVILLA | Testimonianza e impegno: Mi Nutro Di Vita
Presidente Mi Nutro Di Vita - Associazione per la lotta ai Disturbi del Comportamento Alimentare

 

11:45 | BREAK
 

12:00 | IL RUOLO DEI GENITORI NEL TRATTAMENTO DI PAZIENTI DCA
Discussant: Alessandro Raggi
Psicoterapeuta, Coordinatore Rete Ananke e Vice-Presidente Associazione Ananke di Villa Miralago

LAURA DALLA RAGIONE | Il paziente grave nel trattamento residenziale: il fantasma dell’incurabilità
Psichiatra e psicoterapeuta, Direttore e fondatore Rete DCA USL Umbria 1, Docente Campus Biomedico di Roma e Presidente Società Scientifica SIRIDAP

LUIGI CABUA | Il coinvolgimento dei genitori nel setting terapeutico
Psicologo e psicoterapeuta, Responsabile Ananke Marche

ANGELA MOLINARI | L’accompagnamento dei genitori di pazienti ricoverati
Antropologa, Coordinatrice e responsabile delle attività di orientamento e supporto per familiari di pazienti con Disturbi Alimentari presso Villa Miralago

ARMANDO COTUGNO | Family Based Treatment: applicazioni e prospettive
Psichiatra e psicoterapeuta, Responsabile UOSD Disturbi del Comportamento Alimentare ASL Roma 1

 

13:15 | PAUSA PRANZO
 

14:30 | LE BUONE PRASSI TERRITORIALI
Discussant: Luca Modolo
Neuropsichiatra infantile, Direttore Sanitario di Villa Miralago

ANNA OGLIARI | San Raffaele: esperienze cliniche con Lockdown e DCA in adolescenza
Professore Associato in Psicologia Clinica dell’Università Vita-Salute San Raffaele, Responsabile del Servizio di Psicopatologia dello Sviluppo dell’Ospedale San Raffaele Turro

GIUSEPPE RAUSO | Consult@noi e le Associazioni dei Genitori
Presidente Consult@noi - Associazione Nazionale Disturbi del Comportamento Alimentare

ALESSANDRO RAGGI | La rete Ananke-Villa Miralago e il lavoro in équipe
Psicoterapeuta, Coordinatore Rete Ananke e Vice-Presidente Associazione Ananke di Villa Miralago

CINZIA FUMAGALLI | “Ilfilolilla”: le iniziative nazionali e territoriali
Vice-Presidente Associazione “Ilfilolilla” APS- ETS Associazione di genitori e familiari contro i Disturbi del comportamento Alimentare

 

15:45 / 16:30 | CONCLUSIONI
Luca Modolo
Neuropsichiatra infantile, Direttore Sanitario di Villa Miralago

 

Metodologia didattica

I Convegno Nazionale sui Disturbi del Comportamento Alimentare

Docenti
Alberto Simone Pozzoli
Altro
Presidente Rete Ananke e Associazione Ananke di Villa Miralago
Mario Pozzoli
Altro
Presidente Villa Miralago
Nuccia Morselli
Psicoterapeuta
Nunzia Morselli psicologa e psicoterapeuta. “Da 30 anni sono Analista Transazionale Clinico e socio EATA. Responsabile in Sicilia del Progetto Clinico Le Ginestre Progetto di Prevenzione Trattamento e Riabilitazione dei DCA e Coordinatore del Centro Clinico Ananke di Villa Miralago sede di Gela. Nella pratica clinica ho maturato un profondo interesse per i disagi legati ai DCA con particolare … continua
Luisa Mastrobattista
Altro
Istituto Superiore di Sanità La Dott.ssa Luisa Mastrobattista psicologa, consulente in sessuologia, è ricercatrice presso il Centro Nazionale Dipendenze e Doping e presso l’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell’Istituto Superiore di Sanità. È responsabile del Servizio Telefoni Verde Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità che offre interventi in cinque aree tematiche: ‘Telefono… continua
On.le Roberto Speranza
Altro
Ministro della Salute
Emanuele Monti
Altro
Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia
Simona Tironi
Altro
Vice-Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia
Luca Modolo
Medico chirurgo
Nato a Conegliano (TV) il 30.11.1971. Si è laureato in Medicina e Chirurgia con 110/110 presso l’Università degli Studi di Milano e successivamente presso la stessa Università si è specializzato con lode in Neuropsichiatria Infantile. La sua formazione è continuata con un’analisi personale con un analista SPI. Ha lavorato per più di vent’anni in strutture residenziali psichiatriche di diversi… continua
Marisa Galbussera
Psicoterapeuta
Marisa Galbussera è psicoanalista a Padova. È Responsabile di Ananke-Veneto e Responsabile Clinico del Consultorio del Centro Italiano Femminile di Padova. È inoltre Consigliera dell’Ordine degli Psicologi del Veneto e Professore a contratto presso IUSVE di Venezia. Svolge attività di supervisione e insegnamento presso scuole di psicoterapia e gruppi istituzionali. È autrice di saggi e articoli… continua
Renata Nacinovich
Docente Universitario
Dopo la specializzazione e fino al 1990, la Prof.ssa Nacinovich ha avuto incarichi specialistici di neuropsichiatria infantile presso servizi territoriali di Milano e hinterland. Successivamente è stata assistente di ruolo a tempo pieno presso il SIMEE 6 di Milano occupandosi di minori con disturbi di sviluppo, disturbi del linguaggio e dell’apprendimento, disturbi della relazione. Nel 1991 ha… continua
Ettore Corradi
Medico chirurgo
Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1989 all'Università degli Studi di Milano, ho conseguito presso la stessa Università  la Specializzazione in Scienza dell'Alimentazione nel 1993. Ho svolto attività clinica e ambulatoriale come specialista in nutrizione clinica presso l'Ospedale San Carlo Borromeo di Milano. Dal 1999 lavoro all’Ospedale Niguarda e dal 2013 dirigo la Dietetica e Nutrizione… continua
Stefano Tavilla
Altro
Presidente Associazione Mi Nutro Di Vita
Alessandro Raggi
Psicoterapeuta
Psicologo, psicoterapeuta e analista junghiano. Vicedirettore e docente della Scuola di specializzazione in psicoterapia analitica AION di Bologna (aut. 172 MIUR), docente MIUR, Vice Presidente dell’Associazione Ananke di Villa Miralago, fondatore e Direttore del Centro di psicologia e psicoterapia PsicoTerapicaMente con sedi a Milano, Varese e Napoli. È altresì Presidente dell’Associazione… continua
Laura Dalla Ragione
Psichiatra
Psichiatra e Psicoterapeuta. Docente al Campus Biomedico di Roma, come titolare del Corso sui Disturbi del Comportamento Alimentare. Ha fondato e dirige il Centro della USL Umbria 1 per i Disturbi del Comportamento Alimentare in età pediatrica e dell’età evolutiva, composto da una rete complessa di assistenza: un settore ambulatoriale, un day hospital presso il reparto di Pediatria dell’OC di… continua
Luigi Cabua
Psicoanalista
Psicologo e psicoterapeuta individuale e di gruppo, Specializzato presso l’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo. Ha maturato la sua esperienza nel trattamento di adolescenze problematiche, giovani adulti in difficoltà, genitori e famiglie in setting diversificati, individuale, di gruppo, di comunità e ambulatoriale. Svolge attività clinica e di supervisione per alcune cooperative del… continua
Angela Molinari
Altro
Angela Molinari è dottoranda in Antropologia culturale presso il dipartimento di Scienze umane per la formazione dell’Università di Milano-Bicocca e docente di Antropologia culturale e Antropologia Medica. Si interessa di epistemologia delle scienze umane e delle intersezioni fra antropologia, medicina e psicoanalisi. Con R. Malighetti ha pubblicato Il metodo e l’antropologia (FrancoAngeli, 2016).
Armando Cotugno
Psichiatra
Psichiatra, Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale / Familiare, Psicofarmacologia Didatta SITCC, supervisore Aree di interesse: Disturbi di Personalità Disturbi Dissociativi Disturbi Affettivi Disturbi Ossessivi Compulsivi Disturbi del Comportamento Alimentare Disturbi Post-Traumatici da Stress
Anna Ogliari
Docente Universitario
Nata nel 1973, è Professore Associato in Psicologia Clinica dal 1 Aprile 2016 e responsabile del Servizio di Psicopatologia dello Sviluppo dell’Ospedale San Raffaele Turro. Si occupa di Psicologia dello sviluppo normale e patologico con particolare attenzione all’interazione tra elementi ambientali e genetici nell’influenzare le manifestazioni psicopatologiche. Collabora attivamente con il… continua
Giuseppe Rauso
Altro
Presidente Consult@noi - Associazione Nazionale Disturbi del Comportamento Alimentare
Cinzia Fumagalli
Altro
Vice-Presidente Associazione “Ilfilolilla” APS- ETS Associazione di genitori e familiari contro i Disturbi del comportamento Alimentare
Programma
1
Modulo
Apertura dei lavori

Intervengono 

Alberto Simone Pozzoli
Presidente Rete Ananke e Associazione Ananke di Villa Miralago

Mario Pozzoli
Presidente Villa Miralago

Presidente Ilfilolilla
Presidente Associazione “Ilfilolilla” APS- ETS Associazione di genitori e familiari contro i Disturbi del comportamento Alimentare

ENPAP
Ente Nazionale Previdenza e Assistenza per gli Psicologi

Ven 22 Ottobre 2021, 9:00 - 9:10
Relatore
Alberto Simone
Pozzoli
Mario
Pozzoli
Durata Modulo
10 minuti
2
Modulo
Introduzione

A cura di 

Nuccia Morselli
Psicologa clinica e psicoterapeuta, Responsabile Ananke Sicilia

Luisa Mastrobattista | MA.NU.AL. Un progetto CCM per i disturbi della nutrizione e dell'alimentazione
Istituto Superiore di Sanità

Ven 22 Ottobre 2021, 9:10 - 9:30
Relatore
Nuccia
Morselli
Luisa
Mastrobattista
Durata Modulo
20 minuti
3
Modulo
Saluti delle autorità invitate

Intervengono

On.le Roberto Speranza
Ministro della Salute

On.le Emanuele Monti
Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia

On.le Simona Tironi
Vice-Presidente Commissione Sanità e Politiche Sociali Regione Lombardia

Ven 22 Ottobre 2021, 9:30 - 10:00
Relatore
On.le Roberto
Speranza
Emanuele
Monti
Simona
Tironi
Durata Modulo
30 minuti
4
Modulo
Il vissuto genitoriale del limite, la richiesta di aiuto e il percorso di cura

Discussant: Luca Modolo

NUCCIA MORSELLI | Il vissuto del limite genitoriale

Il contributo affronta i vissuti dei genitori caratterizzati da profondi "senso del limite" rispetto alle sofferenze /atteggiamenti dei figli con DCA. Nelle problematiche legate al corpo non voluto, i genitori sperimentano i propri figli come orfani della loro presenza  e spesso subiscono come risposta ai propri tentativi di apertura un rifiuto che finisce  per dividere e colpevolizzare la diade coniugale. 
L'assunzione della coscienza del limite può diventare in terapia un processo/progetto che trasforma radicalmente il senso di impotenza e la solitudine del grido di resa, in un appello dicibile, una invocazione di soccorso per sé stessi e per i figli.
Il senso del limite, 
quando accolto e trasformato, svela l'essenza più profonda dell'essere genitore: essere  in sé stesso relazione e fatto relazione dal progressivo e talvolta drammatico svelamento del figlio. 


MARISA GALBUSSERA | Il corpo che parla

Stefania è una giovane donna con sindrome di Down. Vive all’interno di una casa  gestita dagli operatori di un’associazione di Padova che si occupa di progetti di  autonomia per persone con la sua stessa disabilità. Stefania ha un problema con il cibo  che le impedisce di vivere serenamente i rapporti con le compagne di appartamento e  che la fa sentire grassa. La cura del sintomo di Stefania ha reso necessario un lavoro di  rete che ha interessato l’intera associazione, le compagne di appartamento ed i  famigliari.  
Nel presente intervento si tratterà della presa in carico di un disagio che tocca le corde  più drammatiche di un lutto mai elaborato. 


RENATA NACINOVICH | Neuropsichiatria infantile e ruolo dei genitori

Tutte le più recenti linee guida internazionali sottolineano l’importanza del lavoro con genitori/famiglie nella presa in carico dei soggetti con Disturbi della Condotta Alimentare (DCA) in età evolutiva. Il lavoro con i genitori costituisce peraltro un aspetto imprescindibile del lavoro del neuropsichiatra infantile. Nel caso dei DCA in età evolutiva spesso sono proprio i genitori ad essere preoccupati e a chiedere aiuto, mentre il figlio o più spesso la figlia negano di avere alcun problema. Verrà illustrata la modalità utilizzata nel nostro Servizio nel lavoro con i genitori di minori con DCA.


ETTORE CORRADI | L’approccio nutrizionale intensivo e il ruolo della famiglia

Il Ricovero Ordinario è un momento critico nei percorsi di cura. La gravità della malattia si associa alla presa di coscienza della stessa e gli interventi medici possono divenire intrusivi sia nel monitoraggio (es. monitor cardiologico), che nelle terapie (terapia infusiva ev o per via enterica ecc).
Nel contesto, interventi sui genitori finalizzati a riflessioni e acquisizioni di strumenti in grado di indurre nuove abilità gestionali sono fondamentali.
L’intervento sui genitori si pone differenti obbiettivi:
1. cambiamento di percezione dei DA da parte dei famigliari (intervento psicoeducazionale);
2. consapevolezza sulla natura multidimensionale del disturbo;
3. riduzione dei sentimenti di ansia, del senso di colpa e di vergogna dei famigliari.


STEFANO TAVILLA | Testimonianza e impegno: Mi Nutro Di Vita

Testimonianza di chi si è sentito solo in un mondo sconosciuto.
Testimonianza di chi ignorava.
Impegno per creare una nuova cultura di rispetto verso chi soffre. 
Impegno costante per dare ascolto e conoscenza.

 

Ven 22 Ottobre 2021, 10:00 - 11:45
Relatore
Luca
Modolo
Nuccia
Morselli
Marisa
Galbussera
Renata
Nacinovich
Ettore
Corradi
Stefano
Tavilla
Durata Modulo
1 ora e 45 minuti
5
Modulo
Il ruolo dei genitori nel trattamento dei pazienti DCA

Discussant: Alessandro Raggi

LAURA DALLA RAGIONE | Il paziente grave nel trattamento residenziale: il fantasma dell’incurabilità

Coming Soon
 

LUIGI CABUA | Il coinvolgimento dei genitori nel setting terapeutico

Molto spesso, soprattutto nei casi di minore età, i genitori si trovano a chiedere aiuto per i figli, perché allarmati da una repentina e pericolosa trasformazione nel corpo dei figli che non risponde più alle logiche della crescita. Questo rappresenta il primo fattore paradossale dei DCA: i genitori chiedono aiuto, sono angosciati, per un sintomo localizzato nel corpo di un “Altro” che, al contrario, non sembra conoscere angoscia.
Di quali angosce stiamo parlando, e soprattutto: di chi sono questi dolori?
 

ANGELA MOLINARI | L’accompagnamento dei genitori di pazienti ricoverati

L’intervento prende spunto dalla conduzione di un gruppo di sostegno rivolto ai genitori e ai familiari della comunità terapeutica residenziale per DCA Villa Miralago (VA). Lo scopo principale è quello di accompagnare i familiari in un percorso di cambiamento parallelo a quello più specificatamente terapeutico attuato in comunità, attraverso la condivisione di un’esperienza di sofferenza non meno drammatica di quella di chi patisce direttamente il sintomo.
Il gruppo costruisce inoltre una sorta di ponte ideale tra la comunità dei pazienti, quella dei professionisti e quella dei familiari, nel cui intreccio dialettico si costruisce il lavoro di cura.
 

ARMANDO COTUGNO | Family Based Treatment: applicazioni e prospettive

Le principali linee guida internazionali (e le raccomandazioni pubblicate dal Ministero della Salute) considerano il trattamento basato sulla famiglia (Family Based Treatment – FBT) l’intervento psicoterapeutico di prima scelta nella cura dell’anoressia nervosa in adolescenza.
Sviluppata negli anni ’90 all’interno del Maudsley Hospital di Londra, il FBT costituisce un modello d’intervento che integra diversi aspetti di matrice cognitivista, sistemico relazionale e psicodinamica, che trovano nella Developmental Psychopathology la sua cornice teorica unitaria.
Coerentemente con tale impostazione, l’approccio FBT individua nel sostegno alle funzioni genitoriali una priorità̀ clinica mprescindibile per rimettere “in carreggiata” lo sviluppo adolescenziale. Attraverso il lavoro psicoterapico, l’adolescente e il suo contesto familiare sono aiutati a riattivare quei processi comunicativi e di regolazione interpersonale orientati alla ripresa di uno sviluppo adolescenziale fisiologico e più armonico.

Ven 22 Ottobre 2021, 12:00 - 13:15
Relatore
Alessandro
Raggi
Laura
Dalla Ragione
Luigi
Cabua
Angela
Molinari
Armando
Cotugno
Durata Modulo
1 ora e 15
6
Modulo
Le buone prassi territoriali

Discussant: Luca Modolo

ANNA OGLIARI | San Raffaele: esperienze cliniche con Lockdown e DCA in adolescenza

L'aumento di diagnosi di disturbi alimentari e conseguente richiesta di aiuto durante il lockdown ha provocato ingenti ricadute nel sistema di cure. I dati sono allarmanti non solo in termini di numeri è infatti altresì molto importante sottolineare come si sia abbassata l’età di esordio e siano cresciuti i casi tra i maschi. La letteratura scientifica non dà ancora una risposta al riguardo.
Certamente le fasi di lockdown, specie la prima che è stata molto lunga, hanno fatto emergere, anche in modo violento, quei fattori destabilizzanti che portano alla malattia. Oltre ai tipici elementi scatenanti, come pubertà, stress, possibile presenza di altri disturbi psichiatrici, si sono aggiunti isolamento sociale, perdita dei ritmi della normalità, insicurezza alimentare.
Il cibo, da momento di condivisione equilibrato, si è trasformato in condivisione eccessiva. Le famiglie si sono trovate a passare giornate intere in cucina, nella continua preparazione di ricette. La mancanza di socialità, l’assenza della scuola hanno messo gli adolescenti a dura prova. In questo intervento descriveremo l'esperienza delle varie fasi di cura presso il CDA del San Raffaele Turro.
 

GIUSEPPE RAUSO | Consult@noi e le Associazioni dei Genitori

Dal momento in cui un DCA irrompe in una famiglia tutto e tutti ne vengono sconvolti, parleremo delle dinamiche che insorgono nella famiglia (senso di colpa, vergogna, limiti...) e della difficoltà del chiedere aiuto, verrà quindi rimarcata la necessità di avere una rete ambulatoriale completa di equipe multidisciplinare su tutto il territorio nazionale, di strutture per il trattamento residenziale e dell’ascolto empatico, non giudicante e dell’uso della parola nell’accogliere la richiesta di aiuto della famiglia e qui il ruolo delle Associazioni.
 

ALESSANDRO RAGGI | La rete Ananke-Villa Miralago e il lavoro in équipe

Il modello di cura multidisciplinare, integrato e analiticamente orientato attuato a Villa Miralago, rappresenta il perno su cui si sostiene il progetto dei Centri Ananke, emanazione diretta sul territorio dell’esperienza acquisita nella cura dei DCA.
Nei percorsi di cura in Ananke le persone non sono viste come astratte categorie diagnostiche, quanto piuttosto come soggetti che portano con sé vissuti e relazioni, e che necessitano di ascolto, comprensione e aiuto, attraverso la cura dell’anima e del corpo.
In ogni équipe territoriale, psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, terapeuti di gruppo, nutrizionisti e medici accolgono i pazienti e le loro famiglie, dando vita insieme a loro a percorsi individuali e di gruppo, nel tentativo continuo di costruire spazi di soggettività, sia per sé stessi che per i familiari.


CINZIA FUMAGALLI | “Ilfilolilla”: le iniziative nazionali e territoriali

È fondamentale sostenere, coinvolgere e aiutare i familiari che inevitabilmente vengono travolti dalla malattia. È necessario fornire loro gli strumenti per aiutare i propri figli attraverso incontri con professionisti che possano far comprendere la malattia e le sue evoluzioni.
Altrettanto importanti sono la sensibilizzazione e la prevenzione nelle scuole attraverso interventi mirati basati su testimonianze costruttive che si avvalgono di un linguaggio vicino ai ragazzi.

 

Ven 22 Ottobre 2021, 14:30 - 15:45
Relatore
Luca
Modolo
Anna
Ogliari
Giuseppe
Rauso
Alessandro
Raggi
Cinzia
Fumagalli
Durata Modulo
1 ora e 15 minuti
7
Modulo
Conclusioni

A cura di

Luca Modolo
Neuropsichiatra infantile, Direttore Sanitario di Villa Miralago

Ven 22 Ottobre 2021, 15:45 - 16:30
Relatore
Luca
Modolo
Durata Modulo
45 minuti

ISCRIZIONI
Registrati al Webinar gratuito

Materiale didattico:
slidesvideo

Acquistando il corso potrai:

  • ottenere 10 ECM
  • partecipare alle dirette su zoom con la possibilità di interagire con i relatori
  • acquistare l'intero convegno, per una formazione specifica sul tema
  • usufruire delle registrazioni dei seminari disponibili per 12 mesi sulla tua area riservata
  • scaricare tutti i materiali messi a disposizione dai docenti
  • scaricare l'attestato di partecipazione direttamente dalla tua area riservata